Realizzazione Siti Web e Servizi di Posizionamento nei Motori di Ricerca

Caldaie Murali


Le caldaie murali: usi civili

Rispetto alle tradizionali caldaie a basamento, quelle murali risultano essere di dimensioni più ridotte.

Le caldaie murali hanno pian piano sostituito le caldaie centralizzate. Le caldaie concepite dalle nuove tecnologie risultano garanti di alta comodità di gestione e anche di facile uso. Grazie alle loro prestazioni, questi impianti  rappresentano la scelta ideale per il riscaldamento domestico quindi sia degli ambienti che dell’acqua sanitaria. L’uso di caldaie di tipo murale ricorre frequentemente in contesti civili dove gli spazi necessari per l’installazione sono ridotti o del tutto assenti. Per intenderci ci riferiamo a quelli appartamentini condominiali che hanno riscaldamento autonomo. Anche per il processo di metanizzazione le installazioni di caldaie murali stanno prendendo sempre più accelerazione.

Caldaie Murali

Queste caldaie sono tipicamente costituite da  uno scambiatore in acciaio ed inoltre hanno una peculiarità che le contraddistingue: sono di dimensioni compatte.

Gli scambiatori istallati in questi tipi di caldaia sono di un acciaio speciale concepito per offrire resistenza alle alte temperature e alla conseguente corrosione legata ad esse (acciaio austenitico). Generalmente questo tipo di generatori di calore è correlato da un bollitore necessario per la produzione di acqua calda sanitaria, quest’ultimo pur avendo delle dimensioni ridotte sviluppa un’ alta capacità di scambio anche se in molti casi viene istallato uno scambiatore sanitario rapido che produce l’acqua calda in tempi brevissimi, istantaneamente. Alla luce della normativa in vigore (Legge 10/91 e DPR 412 )che tende a garantire la necessaria sicurezza relativa allo scarico di fumi, il mercato italiano si è andato evolvendo  riguardo all'installazione di caldaie a camera stagna a tiraggio forzato.

Le caldaie a camera stagna sono così dette poichè il processo di combustione avviene in una camera chiusa, da qui stagna, completamente isolata; rimane logicamente la necessità di prelevare l’aria per la miccia, processo che avviene tramite apposito condotto. A causa del fatto che l’aria deve essere condotta all’interno della camera stagna, il sistema possiede degli elettroventilatori concepiti per  prelevare aria dall’esterno e forzarla, da qui caldaia a tiraggio forzato, all’interno con pressione per obbligare i fumi a salire verso il camino. Tuttavia c’e da sapere che malgrado l’elevata funzionalità dell’espulsione dei fumi attraverso delle condotte di fumisteria, che evitano quindi un eventuale travaso del fumo nelle abitazioni, ad esse sono legate certe problematiche riguardo  la sicurezza: le pareti dei comignoli per la fuoriuscita del fumo subiscono un alta pressione dall’interno verso l’esterno che tende a farli “spaccare”, di conseguenza una buona caldaie deve garantire la tenuta di questi ultimi nel tempo.

Le caldaie murali possono essere installate in ambienti interni od esterni, per il secondo caso è previsto un armadietto contenitore.

Il processo evolutivo di questi ultimi tipi di caldaie e rappresentato dalle caldaie a “condensazione” , generatore di calore che ha la peculiarità di recuperare il calore sprigionato dalla condensazione con un conseguente miglioramento del rendimento termico e riduzione di emissioni di azoto nell’aria.

Questi prodotti sono così comodi da gestire che rappresentano oramai la scelta moderna nel campo del riscaldamento e della produzione di acqua calda sanitaria.

Note legali | Copyright © 1996-2008 Genesi S.r.l. - E-mail info@genesi.it | P. Iva 01680570676