Realizzazione Siti Web e Servizi di Posizionamento nei Motori di Ricerca

Caldaie a Gas


Caldaie a gas. Descrizione e modelli.

Le più moderne caldaie oggi esistenti, quelle definite ad alto rendimento,  non riescono ad utilizzare il 100% del calore,cioè quello realmente sprigionato, esse ne impiegano e ne distribuiscono solamente una percentuale che varia dal 91 al 93%. Il vapore acqueo generato dalla combustione viene, anche esso,  disperso in atmosfera  attraverso il camino. Si pensi che la quantità di calore posseduta da quel fascio di vapore acqueo che fuoriesce dal camino delle caldaie a gas è pari all’11% del calore effettivo sprigionato dalla combustione.

Oggigiorno le nuove ricerche nel campo  creano e mettono in vendita le più avanzate caldaie a  condensazione che a differenza delle caldaie tradizionali possono recuperare una gran parte di quel calore contenuto nei fumi espulsi attraverso il camino. La specifica tecnologia della condensazione permette infatti di raffreddare i fumi di scarico prima che essi vengano espulsi, questo raffreddamento non è altro che il “prelievo” di quell’11% di calore sprecato o di gran parte di esso. Grazie a questo intervento la temperatura dei fumi di uscita si mantiene sui 40%, essa è notevolmente inferiore quindi ai 140-160°C dei generatori ad alto rendimento e ancor più bassa rispetto quasi 250°C dei generatori di tipo tradizionale.

Un particolare visibile all’occhio meno esperto dimostra che le caldaie a condensazione sfruttano il calore che altrimenti andrebbe perso: i tubi per la fuoriuscita del fumo sono in plastica. Con le caldaie a condensazione si risparmia il 30-50%, o anche di più se le confrontiamo con le caldaie di vecchia generazione. Fra i tanti modelli disponibili ne possiamo distinguere almeno tre: le caldaie murali da interno, le caldaie murali da esterno e le caldaie da incasso. Queste caldaie contengono lo scambiatore in acciaio inox ,sono provviste del sistema di regolazione aria/gas, sono dotate di controllo elettronico, sono state progettate, registrate e fabbricate per piazzare questi apparecchi ai vertici della qualità produttiva in termini di efficienza, sicurezza, ecologia.

Esse  sono realizzate in 2 potenze e 2 modelli: per riscaldamento e produzione di acqua calda sanitaria e per riscaldamento e produzione  di acqua calda sanitaria tramite boiler. La caldaia murale da esterno è costituita da una copertura in acciaio inox che resiste ovviamente agli agenti atmosferici dal momento che è prevista per l’esterno, ed alcune protezioni in più che salvaguardano il funzionamento elettrico.

La caldaia a gas da esterno può essere posizionata per esempio in luoghi parzialmente protetti quali balconi, sotto le tettoie oppure spesso vengono costruiti degli appositi ripari per caldaia che accolgono l’impianto anche laddove un’abitazione sia sprovvista di coperture sfruttabili. Anche in questo caso il sistema di combustione funziona con  bruciatore a gas premiscelato. Nella caldaia murale da incasso la combustione avviene sempre tramite con bruciatore a gas premiscelato.  La collocazione di ogni singola parte costituente è stata studiata per agevolare e facilitare qualunque tipo di intervento, sia esso di regolazione o di manutenzione.

L’istallazione di queste caldaie a gas prevede un foro nel muro di circa 2mt di altezza x 0,80/1mt di larghezza nel quale viene posizionata la caldaia. Per mezzo di un apposito sportellino che la nasconde completamente, la caldaia scompare del tutto dalla nostra vista, potremmo evitare quindi di esporre quelli antiestetici macchinari che a volte rovinano l’immagine di meravigliosi giardini o balconi.

Note legali | Copyright © 1996-2008 Genesi S.r.l. - E-mail info@genesi.it | P. Iva 01680570676